UFFICIALE, Rosicky si ritira: ‘Decisione sofferta. Continuerò a lavorare nel calcio’

UFFICIALE, Rosicky si ritira: 'Decisione sofferta. Continuerò a lavorare nel calcio'

Un fulmine a ciel sereno. Tomas Rosicky ha annunciato poco fa in una conferenza stampa il ritiro dal calcio giocato all’età di 37 anni: “Dopo i segnali arrivati negli ultimi mesi dal mio corpo, che mi suggeriva di lasciare, per la prima volta anche la testa ha ceduto. Non ha senso continuare perché non ho più niente da offrire in campo”.

PICCOLO MOZART – Sotto la guida di Zdenek ScasnyRosicky esordisce nel 1999 con la maglia dello Sparta Praga. Il giovane centrocampista stupisce tutti e nella stagione successiva si guadagna subito una maglia da titolare. Rosicky dimostra di essere un giocatore sopra la media con prestazioni d’alto livello tra campionato ceco e Champions League, e ben presto finisce nel mirino dei maggiori club europei. A spuntarla è il Borussia Dortmund, che nel gennaio 2001 riesce a strappare alla concorrenza il ‘Piccolo Mozart’, soprannome attributogli per l’elevata qualità tecnica e l’eleganza sul rettangolo verde di gioco. Il passaggio in Germania del praghese rappresenta ancora oggi un record per la Repubblica Ceca: il club teutonico sborsa infatti 500 milioni di corone (circa 20 milioni di euro). Cinque anni in maglia giallonera, prima di volare nel 2006 in Inghilterra tra le fila dell’Arsenal. Voluto fortemente da Wenger, il ‘Piccolo Mozart’ conquista ben presto la stima del pubblico dei Gunners. Rosicky resta a Londra 10 anni, prima di torna a casa, nella sua Praga, nel 2016 per vestire di nuovo la maglia del club che lo ha lanciato, lo Sparta. Il ritorno sulle rive della Moldava è un concentrato di emozioni nell’ambiente granata: c’è chi ha visto Rosicky esordire 17 anni prima e chi sognava di vederlo indossare quei colori. Giovani e anziani, tutti emozionati nel vedere quel numero 10 sul prato della Generali Arena.

TRA INFORTUNI E TROFEI – Dopo il ritorno a Praga, Rosicky gioca appena 20 minuti contro il Mlada Boleslav, prima di subire un infortunio che lo costringerà a stare fuori per tutta la stagione. Uno dei tanti nella sfortunata carriera del ceco, frenato da problemi fisici che non gli hanno permesso di esprimere al massimo tutte le sue qualità. Il fisico troppo fragile ha rappresentato il vero limite di un calciatore straordinario, ma non gli ha impedito di togliersi grandi soddisfazioni nel corso della carriera. Rosicky ha conquistato infatti due campionati cechi con la maglia dello Sparta, un titolo di Bundesliga con il Dortmund e per ben due volte consecutive il double in Inghilterra con l’Arsenal nel 2014 e nel 2015, portando a casa la Community Shield e l’FA Cup. “Il grande rimpianto della carriera? Non aver vinto l’Europeo 2004 in Portogallo” ha dichiarato Rosicky nella conferenza stampa d’addio.

E ORA? – Il ceco ha le idee chiare sul futuro: “Amo il calcio e ci sono buone possibilità di rimanere nello Sparta. Posso dire di conoscere questo sport e posso offrire il mio contributo a questo club”. Rosicky potrà essere la chiave per ripartire in casa granata dopo un periodo di insuccessi. Il classe 1980 potrebbe dunque entrare a far parte della dirigenza del club e diventare una figura di riferimento per i calciatori e un valido supporto a disposizione del tecnico Stramaccioni.

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Posted in Maglie Calcio Poco Prezzo | Tagged , | Leave a comment

Cisterna, giornata di calcio speciale per i minori stranieri del centro La Pergola

La Scuola Numero Uno ha organizzato una seduta di allenamento donando le divise da gioco ai ragazzi ospiti del centro

Nota – Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Sono sempre più numerosi i minorenni che attraversano le frontiere da soli. La maggior parte dei minori stranieri non accompagnati dai rispettivi genitori, che approdano sulle coste italiane, ha un’età compresa fra i 15 e 17 anni (non mancano tuttavia casi di bambini di 11-12 anni che partono da soli), la maggioranza di sesso maschile. Secondo l’ultimo rapporto dell’Unicef si stima che siano 28 milioni quelli costretti a fuggire dai lori Paesi di origine a causa di conflitti, mentre milioni di altri si spostano nella speranza di trovare un futuro migliore. Tutti questi bambini hanno bisogno urgente di assistenza umanitaria e di accesso ai servizi di base.

Al Centro Residenziale La Pergola di Cisterna di Latina, struttura modello di accoglienza, assistenza e formazione per i minori stranieri non accompagnati e diretta dal dott. Luca Faggioni, ha fatto visita la Scuola Nazionale Numero Uno organizzando una doppia seduta di allenamento per la squadra di calcio a 5 composta esclusivamente dai ragazzi minorenni extracomunitari, provenienti da ogni parte del mondo, donando loro l’ufficiale divisa da gioco. Anche la ditta Verdesativa di Pomezia, azienda leader della cosmesi naturale, ha voluto regalare ai giovani calciatori ospiti del Centro una fornitura di prodotti.

Oltre due ore di lezioni prima in aula e poi sul campo di gioco con un allenamento specifico dei portieri, sotto la guida del direttore tecnico Giuseppe De Fidio (già preparatore della Nazionale Dilettanti, della Rappresentativa Serie D, della Scuola Calcio della Lazio e della Juventus Academy) e del giovane istruttore Mirko Corsi (responsabile dell’omonima Scuola nel territorio pontino) e con esercizi di tecnica di base riservata agli altri giocatori della rosa che hanno avuto sul campo una guida speciale, l’ex calciatore della Lazio Mario Marchetti.

La Scuola Portieri Numero Uno, con sedi operative in Italia e in Europa (oltre che in Israele), offre ai ragazzi la possibilità di apprendere e sviluppare quelle nozioni tecniche quanto mai necessarie, soprattutto nel ruolo del portiere, che vengono spesso trascurate o malamente insegnate sia dalle scuole calcio che dalle squadre agonistiche. Il team del mister De Fidio annovera tra i propri allievi molti portieri che sono poi diventati famosi: Marco Storari (Juventus, Milan, Cagliari), il pontino Mattia Perin in forza al Genoa e alla Nazionale, Luca Anania (in serie A ha militato nel Lecce e nel Livorno), l’ex nerazzurro e genoano Giacomo Bindi (con il Latina nel campionato 2012-2013 dove conquistò la promozione in serie B). Tra i primi allievi della Scuola anche Attilio Gregori (nella massima serie con le maglie di Roma, Verona, Genoa, Udinese).

“La Scuola Numero Uno ha regalato una giornata indimenticabile ai nostri giovani – ha commentato il coordinatore delle attività educative Ivan Fausti de La Pergola – lo sport ha un linguaggio universale, supera barriere, confini, possiede la capacità di unire le persone, favorendo il dialogo, l’accoglienza e quindi l’integrazione. Imparare ad accettare e condividere le regole comuni di gioco, ha una valenza altamente educativa e formativa nei giovani”.

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Posted in Maglie Calcio Poco Prezzo | Tagged , | Leave a comment

Schick, primo gol (inutile) con la maglia della Roma

schick

Patrik Schick segna il primo gol con la maglia della Roma: la squadra giallorossa però perde 2-1 con il Torino e viene eliminata dalla Coppa Italia

E’ arrivato in Coppa Italia il primo gol con la maglia della Roma di Patrik Schick. Un gol, che risulta però inutile visto che i giallorossi perdono in casa 2-1 contro il Torino e risultano dunque eliminati dalla competizione. L’ex Sampdoria, però, sembra avere un conto aperto con i granata, dato che l’ultima squadra a cui aveva segnato era proprio quella di Mihajlovic.

Nonostante la delusione per l’eliminazione, Eusebio Di Francesco può uscire dall’Olimpico con un pizzico di ottimismo: il giocatore più pagato nella storia giallorossa si è finalmente sbloccato. La rete potrebbe finalmente regalare al ceco la giusta fiducia per continuare al meglio la stagione.

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Posted in Maglie Calcio Poco Prezzo | Tagged , | Leave a comment

Bra, con l’Arconatese primo gol giallorosso di Andrea Gasbarroni. La passione per il calcio come un elisir di eterna giovinezza: “Ho la fortuna di fare come lavoro quello che amo…”

Gasbarroni ha ormai trovato la condizione: ottima notizia per Daidola, pessima per gli avversari. Il fantasista classe ’81: ” La mia carriera mi rende orgoglioso e sono contento di giocare ancora”

Prima rete con la maglia del Bra per Andrea Gasbarroni. Le sue prestazioni erano in crescendo da almeno un mese e contro l’Arconatese è arrivato anche il gol, quello del raddoppio.

Il fantasista classe ’81 sta ritrovano la piena condizione diventando, automaticamente, un valore aggiunto per la sua squadra ed un tormento per gli avversari.

 

Fin superfluo evidenziare le qualità tecniche di Andrea Gasbarroni, la sua carriera parla chiaro. 121 presenze (e 16 gol) in Serie A, 116 in B (10 gol), 87 (28 gol) in Lega Pro. Ma anche 10 presenze  (1 gol) in Coppa Uefa con le maglie di Sampdoria e Parma; 8 presenze e 2 gol con la maglia dell’Italia Under 21; 3 presenze con l’Italia alle Olimpiadi del 2004 (nell’ultima partita, contro l’Argentina, c’erano in campo mostri sacri del calcio mondiale come Pirlo, Mascherano, Teveze, De Rossi).

Andrea Gasbarroni continua ad essere innamorato del pallone: “Sono contento di aver fatto gol con l’Arconatese, è sempre bello segnare anche se non sono un centravanti. E’ un momento positivo, vogliamo continuare così. Sono abbastanza soddisfatto della mia prima parte di stagione, ci ho messo un po’ ad ambientarmi ed ingranare dopo aver saltato la preparazione. Ora sto bene fisicamente, mi diverto a giocare. A Bra mi trovo benissimo, è un ambiente ideale per fare bene. Società, staff tecnico, compagni, è tutto perfetto per lavorare al meglio. Ci possiamo togliere delle soddisfazioni importanti, siamo sulla strada giusta. Motivazioni in Serie D dopo una carriera ad alti livelli? Ho entusiasmo, amo quello che faccio. Ho questa passione dentro che mi spinge ed ho la fortuna di fare come lavoro il gioco che amo. La mia carriera mi rende orgoglioso e sono contento di giocare ancora.”

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Posted in Maglie Calcio Poco Prezzo | Tagged , | Leave a comment

Calcio, si presenta Roberto Felici: “Forlì è una piazza importante”. E arriva anche l’ex interista Salvatore Ferraro

Domenica il Forlì sfiderà l’Imolese: “Sarà una partita impegnativa e sentita dai forlivesi. Gli avversari hanno costruito una rosa importante, sono definiti una “corazzata””

Arriva dal Mantova il nuovo centravanti del Forlì, portato in biancorosso dal nuovo direttore sportivo Roberto Cangini. Si tratta di Roberto Felici, classe 1986. “Appena mi è stata la possibilità di lavorare con lui per una piazza importante come il Forlì mi son detto che era l’occasione giusta”. Il centravanti è in una buona condizione fisica: “Ci siamo sempre allenati; gli ultimi venti giorni sono stati un po’ particolari, sono arrivato a Forlì venerdì e i giorni precedenti mi allenavo con i miei ex compagni”.

Il giocatore si definisce un esterno destro trequartista: “Gli ultimi anni ho giocato sempre così. Quando mi trovo nel ruolo in cui mi sento a mio agio riesco sempre a fare abbastanza bene”. Felice si è presto ambientato nella squadra dei Galletti: “Mi sono trovato subito bene con i ragazzi, conoscevo da avversario Marini e Ferri Marini. È da una settimana che sto con loro e il rapporto è buono, ci troviamo bene e la sosta ci aiuterà a conoscerci meglio”.

“Dobbiamo risolvere un paio di situazioni – prosegue l’attaccante – vincere non è facile all’inizio, ma noi dobbiamo cercare di fare il meglio possibile. È una stagione importante per la società, il prossimo anno festeggerà il centenario quindi impegnarci al massimo è un obiettivo comune. Il girone è ancora lungo e credo che le possibilità ci saranno”.

Domenica il Forlì sfiderà l’Imolese: “Sarà una partita impegnativa e sentita dai forlivesi. Gli avversari hanno costruito una rosa importante, sono definiti una “corazzata”. Noi siamo stimolati e cercheremo di fare il meglio possibile per continuare la vittoria di domenica scorsa”. Intanto la dirigenza ha ufficializzato l’arrivo di Salvatore Ferraro. Nato a Catanzaro, nel 1983, di ruolo difensore, ha esordito in serie A con l’Inter prima di una lunga carriera tra serie B e serie C con tante maglie diverse.

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Posted in Maglie Calcio Poco Prezzo | Tagged , | Leave a comment

Szczesny: ‘Ho fatto la scelta giusta per il mio futuro’

Il portiere della Juve: ‘Anche se per me è una novità non partire titolare’

1513328826208_15112637002507954122.jpg

“Vivo una stagione strana, non mi era mai capitato di partire sapendo di non essere titolare. Ho fatto una scelta per il futuro, e se prima mi sembrava giusta oggi ne sono convinto. Si trattava di accettare l’idea di una novita'”. 

Il portiere della Juventus, Wojciech Szczesny, spiega le sue sensazioni alla sua prima stagione in maglia bianconera.

“Se mi sento gia’ il titolare della Juve che verra’? Sono venuto sperando di esserlo, ma lo devo meritare – sottolinea l’estremo difensore polacco, ex Roma – Devo ancora alzare il mio livello, anche quello del lavoro quotidiano. Ma fare il portiere di riserva e’ piu’ facile: hai settimane per preparare la partita che giocherai, hai meno responsabilita’. Pero’ voglio imparare ad averne: migliorare e’ anche questo. All’inizio mi pareva una situazione difficile, ora approfitto degli aspetti positivi: se ho una botta mi prendo un giorno in piu’ per smaltirla e passo piu’ tempo ad analizzare i video degli avversari o dei miei errori. Mi posso permettere di imparare”.

Buffon non ha mai parlato tanto bene di un suo vice come di Szczesny: “Fare il suo secondo e’ una esperienza di vita: ero ragazzino quando lui diventava campione del mondo. Lo ringrazio dei complimenti, ma quello che sono non basta ancora. Una squadra come la Juve deve avere uno dei portieri piu’ forti al mondo. Non dico di non esserlo, ma devo alzare il mio livello”.

Per il polacco, i migliori portieri sono “De Gea e Neuer. Ma se Buffon e’ arrivato  quarto al Pallone d’oro, vuol dire che il piu’ forte e’ stato ancora lui. Quando lo vedi nello spogliatoio, vedi veramente un leader. Io dovro’ prendere il suo posto anche in questo. Anzi, forse e’ l’aspetto piu’ importante. Come sarebbe stato raccogliere l’eredita’ di Buffon senza un anno di apprendistato? Difficilissimo per chiunque. Potersi preparare all’idea per una stagione intera cambia tutto”.

“Quando ho fatto questa scelta non ho pensato a cosa sarei stato nel 2018, ma a cosa saro’ nei prossimi dieci anni. Se anche io tirero’ avanti fino ai 40? Chissa’. Pero’ ho gia’ in mente cosa faro’ dopo: interior designer”.

Il suo passato e’ invece l’Arsenal: “Ne diventai tifoso da bambino vedendo Henry giocare a 16 anni. Pensavo che avrei passato tutta la vita li’, come Totti alla Roma, e anche quando sono andato via in prestito credevo di tornare: percio’ a Roma non ho imparato una parola di italiano, mi sentivo in transito e a Londra non mi sarebbe servito. Solo quando ho capito che l’Arsenal non mi avrebbe ripreso mi sono messo a imparare la vostra lingua. La mia prima parola in italiano l’ho pronunciata nove mesi fa. Mai andato a lezione. Mi sono messo ad ascoltare con attenzione. Se porto rancore a Wenger? Ha fatto la scelta giusta. Io venivo da una stagione pessima, presero Cech che e’ fortissimo. I due anni romani mi hanno migliorato, ma e’ giusto che abbiano puntato su Cech. Tifero’ sempre per l’Arsenal, quindi anche per lui”.

C’e’ anche la possibilita’ che Buffon non smetta: “Sarebbe un bene per il calcio: potrebbe andare avanti, ha l’agilita’ di un ragazzino. Ma quello che ci diciamo tra di noi rimane tra di noi”. Szczesny parla anche della situazione di Dybala: “Mi sembra ben concentrato. Tutti i campioni qui lo sono: mangiano bene, recuperano bene e anche da questo capisci perche’ hanno vinto mondiali e scudetti. A me non sembrano sazi”.

Il polacco e’ per Buffon quello che e’ stato Alisson per lui: “In un certo senso si’. Anche Alisson sapeva che sarebbe stato il mio ultimo anno, ha avuto pazienza, si vedeva che era molto bravo. Non si fa il titolare del Brasile per caso”. A differenza dell’Italia, la Polonia andra’ ai Mondiali: “Vedere Gigi piangere in televisione mi ha messo in difficolta’. Il calcio a volte non e’ giusto”.

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Posted in Maglie Calcio Poco Prezzo | Tagged , | Leave a comment

Calcio – E’ rottura tra Laghigna e Virtus Nettuno Lido

Tra la Virtus Nettuno Lido ed Erik Laghigna è rottura. “I motivi sono principalmente caratteriali – spiega il direttore sportivo del club Guido Zenga – e ci sono delle regole che vanno rispettate. Alla luce di questo nuovo scenario valuteremo se tornare sul mercato per rimpiazzare l’attaccante“. Durante l’apertura del mercato di riparazione Erik Laghigna in primo momento stava per accasarsi all’Unipomezia per poi fare subito ritorno alla Virtus Nettuno Lido per restarci. Ora quest’ultimo colpo di scena che molto probabilmente lo porterà a indossare la maglia della Vis Artena.

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Posted in Maglie Calcio Poco Prezzo | Tagged , | Leave a comment

Laura Bragato e le foto hot con maglie calciatori: puntato Immobile, lite con la moglie – la fotogallery(1 di 8)

Laura Bragato è una studentessa diventata famosa su Instagram grazie alle sue foto davvero piccanti: scatti di schiena con le maglie dei calciatori e il sedere scoperto. Queste foto, però, non sono piaciute a Jessica Immobile, moglie dell’attaccante della Lazio, che ha pubblicato un post di critica, poco dopo ripreso dalla studentessa pronta a pubblicare la foto con la maglia biancoceleste di Ciro. In alto la galleria fotografica in questione.

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Posted in Maglie Calcio Poco Prezzo | Tagged , | Leave a comment

CO-MARKETING CON FILETTE, UN’ACQUA… SPECIALE SOLO PER IL FROSINONE

FROSINONE – La ‘chicca’ del giorno è una novità assoluta in fatto di rapporti-marketing: si chiama co-marketing e il Frosinone lo ha stabilito con una delle Aziende presenti sulla maglia ufficiale, l’Acqua Filette. Marchio storico, da anni tornato con vigore sul mercato e molto presente al di là dei confini, anche europei.
Il direttore Marketing&Comunicazione-rapporti Istituzionali, Gualtieri ha così introdotto il rapporto: “La Bpf e Acqua Filette che inizia un’operazione importante sono stati i primi sponsor che hanno messo a fuoco quelle che sono le novità del mondo ‘Experience’. Al nostro fianco, voglio ribadirlo, ci sarà anche la Confcommercio e il Conservatorio, presenti nel protocollo d’intesa che vede presente altre realtà di primissimo livello come la Questura, l’Accademia delle Belle Arti e il Provveditorati agli Studi. Ma introduco un tema non da ultimo per importanza, l’attività di co-marketing con Acqua Filette”.
Tocca al dottor Pietro Ricci di Acqua Filette spiegare i dettagli: “Mi unisco ai complimenti degli altri sponsor al Frosinone perché difficilmente si trova tanta professionalità nelle Aziende che noi intendiamo sponsorizzare. Il Frosinone non è soltanto un’Azienda di calcio, evidentemente. Noi siamo stati sempre molto lontani dal calcio ma chiarisco subito: questa volta per amore della squadra, per il territorio ma anche per la validità del progetto abbiamo concluso questa partnership che ci vede entusiasti. Il progetto di co-marketing è la sintesi di queste aspettative che ci sono state presentate la prima volta del dottor Gualtieri. Il programma Frosinone Experience, il co-marketing e soprattutto il parterre di sponsor presenti, ci soddisfano appieno e dimostrano che al Frosinone lavorando veramente bene. Ecco, la parola orgoglio è il denominatore comune che unisce noi sponsor nella scelta. Per questo rapporto, nello specifico, abbiamo pensato di dedicare per il territorio una etichetta personalizzata per il Frosinone Calcio. Consiste in una bottiglia di nuova fattura con una etichetta dedicata al Frosinone, abbinata ci sarà una iniziativa denominata ‘Bevi e Vici’ con un concorso a premi che saranno adducibili alla sfera calcistica. Ci piace diventare Azienda anche profeta in patria, dopo che il nostro marchio è fortemente internazionalizzato da anni”.
Riprende ancora la parola Gualtieri: “Ringrazio il dottor Ricci e Acqua Filette, un prodotto che ritengo di alta qualità. E’ l’anno delle novità e delle unicità sul territorio. E non credo che in Italia esistano marchi di acque personalizzate per un club di calcio. Mi sembra, questo connubio, un passaggio esclusivo per entrambe le Aziende, ognuna dalla sua prospettiva: una eccellenza nel calcio e una eccellenza nell’imprenditoria locale. E il ruolo del Frosinone, di una Società moderna, è quello di interporsi e promuovere queste eccellenze”.
Le prime due domande da parte dei cronisti sono per il dottor Ricci di Acqua Filette.
Avete constatato, attraverso degli studi opportuni, che il ‘brand’ del Frosinone è in crescita?
“Il Frosinone è un’azienda che ‘tira’, come si dice in gergo. Riteniamo che in provincia sia l’Azienda più importante ed in grado di dare soddisfazioni a chi investe. La nostra è stata quindi una scelta ponderata e ragionata”.
Spesso il Frosinone parla di una volontà di far conoscere il marchio fuori dai confini italiani. Voi come Acqua Filette avete intenzione di essere come dei tutor all’estero per il Club?
“All’estero sono molto attenti alla territorialità, gli italiani all’estero sono tanti e questo progetto ci permette anche di guardare al mondo e il Frosinone in tal senso ci può ospitare bene”.
Due domande rivolte a Gualtieri.
Il Frosinone è partito dall’anno zero sotto il profilo del merchandising, come sta rispondendo il territorio?
“Lo Store ancora non ha fatto un mese di vita: la risposta è stata fantastica, stiamo facendo numeri importanti, 5 volte di più dello scorso anno nello stesso periodo di tempo. Questo è un territorio che ha dei valori importanti e i tifosi lo stanno dimostrando. Anche se nello Store al momento abbiamo il 30% delle categorie merceologiche, la gente ci sta prenotando prodotti anche ancora non ci sono. Segnale forte. L’internazionalizzazione del ‘brand’, del quale parliamo da tempo, sarà poi un altro passo. Il dipartimento internazionale del Frosinone Calcio è stato già creato ma partirà quando avremo la certezza di un progetto importante, abbiamo l’intenzione di portare il marchio del Frosinone lontano. Posso anche anticipare che la visibilità del territorio e del Frosinone ci fa essere al primo posto per raccolta pubblicitaria in serie B e saremmo addirittura quint’ultimi in serie A. Sono orgoglioso di darvi questi dati”.
Avete pensato ad una iniziativa per il lancio delle maglie nello Store?
“Offerte e promozioni ci saranno all’interno dello Store, con una attenzione particolare rivolta agli abbonati. Una cosa che è stata molto apprezzata. E per Natale ci saranno offerte e promozioni per tutti. E le maglie, come conferma anche Legea, si potranno trovare già dopo il debutto con l’Entella in casa”.
Ufficio Stampa
Frosinone Calcio

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Posted in Maglie Calcio Poco Prezzo | Tagged , | Leave a comment

Foggia, rientra Rubin: si riprenderà la maglia da titolare?

Dopo un lungo periodo in cui è stato fermo a causa di un infortunio derivante da un contrasto dal quale sono derivati problemi che lo hanno portato ad avere difficoltà nella corsa, tornerà a disposizione di mister Giovanni Stroppa il terzino sinistro Matteo #Rubin, classe 1987, già nella passata stagione a Foggia.

Perno fondamentale della passata stagione

Ed in effetti Rubin è stato uno dei perni fondamentali della passata stagione, culminata con la promozione dei “Satanelli” in #Serie B dopo diciannove annidi assenza: il calciatore nato a Bassano Del Grappa ha disputato 38 partite sulle 40 disponibili tra campionato e supercoppa, saltando di fatto solamente il match della 26^ giornata in cui il Foggia vinse 3-1 in casa contro il Matera e quello della 38^ (pareggio per 2-2 al “San Vito-Gigi Marulla” di Cosenza).

Per lui anche due reti realizzate [VIDEO], una per girone: la prima con un tiro al volo dalla distanza sul calcio d’angolo battuto da Vacca contro il Monopoli nella 10^ giornata con partita terminata 4-1 in favore dei rossoneri, e la seconda con un diagonale prepotente al 22′ di Vibonese-Foggia 1-3, dando via alla rimonta dei pugliesi che erano in svantaggio dopo il gol siglato al 9′ da Manzo.

‘Non vedo l’ora di tornare in campo’

Tuttavia questa stagione non è stata finora esaltante per Rubin: solamente 10 su 18 le presenze raccolte, con prestazioni sotto agli standard fatti vedere nel corso del campionato di Lega Pro anche a causa di un fastidioso infortunio: “Non riuscivamo a capire che problema avessi e me lo portavo avanti dall’ultima partita dell’anno scorso quando mi sono fatto male in un contrasto senza accorgermene – ha dichiarato il difensore rossonero intervenuto nella sala stampa “Antonio Fesce” dello Stadio “Pino Zaccheria [VIDEO]e come riportato da calciofoggia.it -.

Inizialmente pensavamo fosse un problema posturale ma poi, dopo tanti consulti medici, ci siamo accorti attraverso un’ecografia che si trattava di una calcificazione, perciò ho potuto curarmi attraverso una terapia ed adesso riesco a correre e spingere come l’anno scorso“.

Tanta la voglia di dare una mano alla squadra, che è momentaneamente al penultimo posto [VIDEO](assieme a Pro Vercelli e Ternana, ndr) con diciotto punti conquistati: “Bisogna stare tranquilli ed essere consapevoli che ci troviamo in questa situazioni per demeriti nostri. Sono però convinto che la nostra squadra abbia tutte le caratteristiche e le qualità per ottenere la salvezza”.

L’ultima battuta e su Alessandro Celli, che lo ha sostituito nelle settimane di assenza: “Ha fatto bene in queste settimane e adesso starà al mister scegliere chi far giocare. Io non vedo l’ora che arrivi venerdì: sono sicuro che faremo una grande partita e darò il massimo se verrò chiamato in causa“. #Foggia Calcio

Posted in Maglie Calcio Poco Prezzo | Tagged , | Leave a comment