‘Inter da scudetto’, parola di Sandro Mazzola

Credo che un’#Inter come quella di Corso, Mazzola e Suarez non ci sarà mai più, ma non è detto che non ce ne saranno altre belle in maniera diversa“. La frase è contenuta in un celebre monologo cinematografico di Stefano Accorsi ed è estremamente veritiera. Ancora oggi la ‘Grande Inter‘ degli anni ’60 è un mito inarrivabile per chi ne ha vissuto le imprese sportive e per chi, più giovane, ha visto quelle immagini in bianco e nero così dense di fascino. Ci sono state altre Inter ‘belle in maniera diversa”, quella del Triplete ad esempio, capace di un’impresa sportiva che non era riuscita nemmeno allo squadrone di Helenio Herrera. L’Inter di oggi guida la classifica del campionato di #Serie A ed è uscita indenne, pur con qualche difficoltà, dalla trasferta nella tana della Juventus [VIDEO].

Luciano Spalletti ed i suoi giocatori continuano a non pronunciare la parola ‘scudetto’, nel calcio conta parecchio la scaramanzia ed in fin dei conti non è nemmeno finito il girone d’andata. Eppure c’è qualcuno che quella parola ha il coraggio di dirla a chiare lettere: di scudetti #Sandro Mazzola ne ha vinti tanti, quattro da giocatore ed uno da dirigente sportivo. Lo abbiamo contattato telefonicamente ed è stato disponibilissimo a concedere un’intervista in esclusiva a Blasting News Italia.

‘Una squadra che gioca da Inter’

La nostra prima domanda è secca: è un Inter da scudetto? Mazzola non ha il minimo dubbio: “Assolutamente si, la vedo con la testa giusta, con la giusta determinazione. È una squadra da scudetto. Mi piace il modo in cui i giocatori scendono in campo ed interpretano la partita – continua il mitico ‘Baffo’ – con grande temperamento e voglia di fare, un atteggiamento da Inter”.

L’ex stella nerazzurra spende parole di elogio per Mauro Icardi. “Quest’Inter ha un giocatore che se la metti bene là davanti, lui la butta dentro. I compagni lo sanno e questo dà alla squadra una certa tranquillità e la fa giocare senza apprensione. È una cosa molto importante: avercene di giocatori così”.

I paragoni con il passato

Fare un paragone con la ‘Grande Inter’ è piuttosto pretenzioso, L’Inter di Spalletti[VIDEO]deve ancora dimostrare fino in fondo di che pasta è fatta. Ma vogliamo chiedere lo stesso a Sandro Mazzola se questa squadra può ricordare in qualche modo le ‘sue’ Inter, quelle vissute da giocatore ed anche da dirigente sportivo. “Non credo si possano fare paragoni, semplicemente perché parliamo di epoche diverse ed il modo in cui tutti giocano oggi è differente. Ma questa squadra ha comunque qualcosa in comune con le ‘mie’: la determinazione e la voglia di vincere”. Spontaneo, pertanto, alla luce dei cambiamenti del calcio nel corso degli anni, chiedere se un giocatore come lui che ha scritto la storia dello sport italiano si vedrebbe bene anche nel calcio di oggi.

“Mi vedrei benissimo. Quando entri sul terreno di gioco tutto il resto non conta, esisti solo tu, i compagni e gli avversari. È un qualcosa che ti prende dentro e ti trascina: conta solo la voglia di emergere, di vincere, di essere il più bravo. Questo ero io quando entravo in campo ed in questo il calcio non è cambiato”.

Il flop Mondiale della Nazionale Italiana

Scontato parlare anche di un’altra maglia che ha rappresentato pagine importanti nella carriera di Sandro Mazzola, quella azzurra della Nazionale. Un azzurro oggi sbiadito, a causa dell’eliminazione nelle qualificazioni mondiali che ha impedito all’Italia di giocare la fase finale della Coppa del Mondo in Russia. Sulle cause di questo fallimento, Mazzola ha un’idea precisa. “Il settore giovanile ha sofferto moltissimo della presenza di tanti stranieri. I ragazzi vanno meno ad allenarsi, hanno meno fame di calcio e quindi poi la selezione ti porta meno ragazzini che diventano giocatori. Con la presenza di troppi stranieri ci sono meno posti in squadra per i giovani dei vivai, molti dei quali magari finiscono per scoraggiarsi e smettono. Ci sono tanti ragazzi che si perdono per strada proprio per questo motivo”. Lui visse da calciatore il flop Mondiale del 1966, l’eliminazione dell’Italia al primo turno ad opera della Corea del Nord. La figuraccia portò la Federazione alla decisione drastica di chiudere le frontiere a partire dalla stagione 1966/67. Un ’embargo’ che terminerà soltanto nel 1980, dopo la stagione caratterizzata dal dodicesimo scudetto dell’Inter con Sandro Mazzola nel ruolo di direttore sportivo: fu l’ultima squadra interamente composta da giocatori italiani a vincere il titolo. “A distanza di tanti anni – dice in proposito – sono convinto che quella della Federcalcio fu una scelta giusta perché con i giocatori che arrivavano dall’estero e che dovevano giocare per forza di cose, si finiva per penalizzare altrettanti ragazzi dei settori giovanili che non trovavano posto nelle rose e non giocavano mai in prima squadra. In tanti hanno smesso per questo motivo”.

I 75 anni del ‘Baffo’ più celebre del calcio italiano

Il calcio italiano lo ha celebrato di recente in occasione del suo 75esimo compleanno (è nato a Torino l’8 novembre del 1942), ricordando le sue gesta sportive con la maglia dell’Inter e della Nazionale. Il nerazzurro è una seconda pelle per Sandro Mazzola, visto che lo ha indossato per tutta la durata della sua carriera dal 1960 al 1977, per un totale di 565 partite ufficiali e 160 gol. Con l’Italia ha invece disputato 70 gare ufficiali realizzando 22 reti. Siamo in ritardo ormai con gli auguri di compleanno, abbondantemente in tempo per quelli di Natale, ma gli chiediamo anche di fare il suo personale augurio all’Inter ed ai suoi tifosi. “Niente auguri – ci risponde ridendo – perché portano ‘rogna’. Ai giocatori dell’Inter dico soltanto di continuare così, fino alla fine”.

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Posted in Maglie Calcio Poco Prezzo | Tagged , | Leave a comment

Posticipo Serie A: Toro batte Lazio, Immobile espulso

le proteste di immobile prima dell espulsione

Rinviata per l’allerta maltempo Genoa-Atalanta, tocca a Lazio-Torino chiudere la 16esima giornata del Campionato di Serie A.

Ad aggiudicarsi il posticipo all’Olimpico sono i granata, che vincono 3-1.

Una partita condizionata dall’espulsione di Immobile, cacciato dopo il ricorso al Var in chiusura di primo tempo per un colpo rifilato a Burdisso.

Un gesto, quello del bomber biancoceleste, arrivato al culmine delle proteste per ottenere un rigore dopo un fallo di mano in area di Iago Falque, giudicato però involontario dall’arbitro.

Nella ripresa, con i padroni di casa in inferiorità numerica, il Toro passa subito in vantaggio con Berenguer, che batte Strakosha dopo un’azione insistita sulla sinistra.

Al 64′ gli ospiti raddoppiano, con un gran tiro di Rincon, uno dei migliori in campo, che realizza il suo primo gol in maglia granata.

La Lazio prova a reagire e 5 minuti dopo riesce a dimezzare lo svantaggio, grazie a Luis Alberto, bravo a superare Sirigu con un pallonetto delizioso.

Ma al 73′ gli uomini di Mihajlovic vanno ancora in rete, con il nuovo entrato Edera, che realizza l’1-3 con uno splendido sinistro, chiudendo la partita.

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Posted in Maglie Calcio Poco Prezzo | Tagged , | Leave a comment

Salah ‘giocatore africano dell’anno’

(ANSA) – ROMA, 11 DIC – Mohamed Salah è stato votato come ‘migliore giocatore africano dell’anno’. A decretarlo un sondaggio della BBC che ha premiato l’attaccante egiziano protagonista, prima con la maglia della Roma e poi con quella del Liverpool, di un eccellente 2017. Salah ha superato il gabonese Pierre-Emerick Aubameyang (Borussia Dortmund), il guineiano Naby Keita (Lipsia), il senegalese Sadio Manè (Liverpool) e il nigeriano Victor Moses (Chelsea). Nell’albo d’oro succede all’algerino Riyad Mahrez. “Sono molto felice per questo riconoscimento – ha detto il 25enne alla BBC -. E’ stato un anno fantastico, quindi sono molto felice. Vorrei ringraziare i miei compagni del Liverpool, ma ho anche avuto una buona stagione con la Roma e quindi devo ringraziare anche i miei compagni in giallorosso e quelli in nazionale”, ha aggiunto Salah, attualmente capocannoniere della Premier League con 13 gol. Salah è il terzo giocatore egiziano a vincere il premio.

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Posted in Maglie Calcio Poco Prezzo | Tagged , | Leave a comment

Tifosi sanniti, la maglia di Cicero ad un giovane friulano

tifosi sanniti la maglia di cicero ad un giovane friulano

Il tifo non ha targhe, ci si può innamorare di un giocatore e di una squadra a prescindere dalla sua collocazione geografica. E’ accaduto così ad Andrea, 12 anni, giovane friulano appassionato di calcio e pazzo per Amato Ciciretti. La mamma Daniela aveva fatto di tutto per fare un regalo al figlio per l’imminente Natale: voleva il completo del “Cicero”. Ma in attesa dello “Store on line” la cosa si era subito presentata difficile. Allora l’intraprendente Daniela ha chiesto aiuto con una bella e lunga lettera ad Enzo Chiusolo che tiene una riuscita trasmissione sul web riguardante il Benevento. Così la macchina organizzativa dei tifosi residenti al Nord con a capo Vittorio Terella si è messa in moto. Appuntamento ovviamente fissato nella trasferta del Dacia Arena. La Curva Sud, nella persona di Ennio Calabrese, ha fatto da corriere per il prezioso pacchetto e insieme ad altri tifosi del settentrione presenti a Udine ha consegnato il “regalo di Natale” al giovane Andrea. Che ovviamente ha subito indossato il completo del suo idolo, facendosi immortalare (nella foto è con la mamma e con Vittorio Terella) estremamente fiero e tutto vestito di giallorosso. Perché  in fondo il tifo non ha confini. E i tifosi giallorossi sono già pronti ad abbattere ogni barriera con gesti che vanno ben al di là della loro pur grande passione.

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Posted in Maglie Calcio Poco Prezzo | Tagged , | Leave a comment

Lipsia, il Napoli trova i debuttanti: occhio a Werner e Keita

Nati nel 2009, sono alla prima avventura europea, con i miliardi delle bibite energetiche: c’è anche lo svedese Forsberg. E da Lipsia passò Maradona

Hanno vissuto gironi di Champions simili, il Lipsia e il Napoli: in corsa fino all’ultima giornata, con ridotte possibilità legate al risultato dell’altra gara del girone, presto rassegnate per i gol delle rivali (Porto e Shakhtar), alla fine sconfitte nell’ultimo turno (da Besiktas e Feyenoord). Per i tedeschi la “retrocessione” in Europa League fa però meno male che al Napoli. Il Lipsia era al primo giro di giostra europea, un anno dopo la prima apparizione in Bundesliga, chiusa con un entusiasmante secondo posto.
METTENDO LE ALI — Non è una favola, quella del RasenBallsport Leipzig, ma un progetto sportivo di successo, partito nel 2009 con l’acquisizione e il trasferimento a Lipsia della Ssv Markranstädt da parte della Red Bull, multinazionale delle bibite che già possedeva una squadra a Salisburgo (mai riuscita a entrare nei gironi di Champions) e una a New York, in Mls. I 12 miliardi di patrimonio del patron Dietrich Mateschitz erano una discreta base di partenza, sfruttata benissimo da Ralf Rangnick (prima tecnico, ora solo direttore sportivo) e poi da Ralph Hasenhüttl, allenatore austriaco prelevato proprio dall’affiliata. Accolto con ostilità dai tifosi avversari in Bundesliga, un anno fa, il Lipsia ha a lungo rivaleggiato col Bayern, prima di “accontentarsi” della prima qualificazione (diretta) in Champions. Oggi in patria sono ancora secondi in classifica.
GIOVANI E FORTI — In un girone piuttosto equilibrato e senza una vera big (deludente il Monaco, sorprendente il Besiktas), il Lipsia se l’è giocata col Porto, mostrando all’Europa di avere più di un elemento di qualità in rosa. Timo Werner, il centravanti 21enne (8 gol in Germania, 3 in Champions) si è preso spesso tutti i riflettori. Ma Naby Keita, centrocampista classe 1995, che passerà al Liverpool a fine stagione per 48 milioni di sterline, non è certo di minor qualità (due gol bellissimi in Europa). Forsberg, esterno svedese che l’anno scorso dominò la Bundesliga con i suoi assist, è la terza freccia a disposizione dei tedeschi. Il Lipsia gioca quasi sempre con il 4-4-2, con il giovane Augustin, proveniente dal Psg, e il danese Poulsen a contendersi la seconda maglia in attacco. Il capitano Orban e Upamecano sono i due pilastri difensivi, Bruma è stato uno degli acquisti più costosi in estate, usato finora come jolly. Ovviamente, non ci sono precedenti col Napoli: però la squadra di Maradona che nel 1988-89 vinse la Uefa fece tappa anche a Lipsia, affrontando un’altra squadra locale (allora la maggiore): col Lokomotiv pareggiò in Germania 1-1 e poi vinse 2-0 al San Paolo.
Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

<img itemprop=”image” src=”http://images2.gazzettaobjects.it/methode_image/2017/12/11/Calcio/Foto%20Calcio%20-%20Trattate/6a7f473c936dad80c6111457c1553229_169_l.jpg?v=201712111616″>

Posted in Maglie Calcio Poco Prezzo | Tagged , | Leave a comment

Il vero messaggio sbagliato di Sarri

Il vero messaggio sbagliato di Sarri

Prendete fiato, respirate. Lasciate gli insulti ad un’analisi priva di senso critico, come accade spesso dai consumatori fugaci di notizie sul web. Nessuno vuole attaccare Maurizio Sarri, anche perché sarebbe insensato ed illogico. Sarebbe folle soprattutto perché da tempo ne si pontifica l’operato e ne si sottolinea la profonda e travolgente rivoluzione di cui è stato ispiratore e costruttore. Al mondo pochi conoscono il giochino come Maurizio e nella storia pochi (diciamo anche nessuno) erano riusciti a proporre un calcio così bello come quello proposto dal nativo di Bagnoli. Non si discute in nessun modo il tecnico, si pone però l’attenzione su alcune dichiarazioni del tecnico che stonano, soprattutto in momento così delicato dopo la sconfitta con la Juventus.

Su Gonzalo Higuain, Sarri può avere le sue idee. Dovrebbero però restare legate alla sfera personale, all’intimità. Perché quando Sarri si presenta davanti alle telecamere con la tuta del Napoli, rappresenta non solo se stesso, ma tutto quello che il Napoli è: società, calciatori e tifosi. E nei confronti della società, degli ex compagni e dei tifosi, Gonzalo Higuain si è comportato come un uomo che vale poco, pochissimo. Di questo Sarri dovrebbe tenere conto e dovrebbe rispettare chi ha subito proprio dal Pipita una mancanza di rispetto senza precedenti nella storia del calcio Napoli.

Stesso discorso per l’accusa alla scelta delle maglie. Sarri sa bene che quella maglia è stata scelta dalla società, per motivi evidentemente legati al marketing. Detto che anche per noi la scelta è sbagliata, Sarri farebbe bene ad esprimere le proprie perplessità in maniera privata, perché quando attacca la scelta cromatica attacca innanzitutto il Napoli, quindi se stesso.

Ancora peggio su Ounas. Se per Sarri è un ragazzino che non merita tanto spazio, perché non ha manifestato prima le sue remore? E soprattutto che senso ha farlo adesso? Si confronti con il club, valuti tutte le possibilità sul mercato. Perché il segreto delle vittorie è la coesione. Il grande segreto di casa Juve che non riusciamo mai ad esportare a casa nostra. Al primo passo falso si aprono crepe e dissapori, con i singoli che mettono davanti le proprie idee a quello che invece dovrebbe essere l’obiettivo comune. L’istintività di Sarri è uno degli aspetti che più ci piace di lui, il suo essere genuino. A certi livelli, però, bisognerebbe contare fino a cento prima di esprimere giudizi che possono avere ripercussioni anche sui risultati.

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Posted in Maglie Calcio Poco Prezzo | Tagged , | Leave a comment

Nca diventa sponsor della Carrarese calcio

Il gruppo di Giovanni Costantino sigla una partnership con la società azzurra. Già raggiunto l’accordo di massima, la prossima settimana tutti i dettagli

CARRARA. Giovanni Costantino dei Nuovi Cantieri Apuani (Nca) sarà il nuovo sponsor della Carrarese. E il nome della nota e prestigiosa azienda di cantieristica navale di Nca sarà stampigliato sul retro delle maglie giallo azzurre.

Una notizia clamorosa che arriva alla vigilia del derby in trasferta con la Pistoiese e che dovrebbe essere ufficializzato solo all’inizio della prossima settimana, con tutti i dettagli dell’accordo di partnership fra Giovanni Costantino, patron del cantiere e la società azzurra.

La Carrarese si lega capillarmente alla città attraverso una strategia di marketing territoriale che aggiunge un tassello al grande lavoro svolto in questi mesi: una sponsorizzazione che è un viatico ulteriore per rafforzare il legame tra la realtà imprenditoriale di NCA e la città di Carrara come lo stesso Giovanni Costantino auspica. forse, potrebbe riuscire a ricreare quel legame difficile fra la realtà imprenditoriale di Nca e la città che molto spesso lo stesso Costantino ha auspicato.

Il progetto societario e tecnico lanciato dal new deal della società di Piazza Vittorio Veneto è in ascesa e, cosa fondamentale, sta riscuotendo l’entusiasmo dei sostenitori e tifosi ma anche delle attività economiche sul territorio. La Carrarese che è diventata fenomeno non solo domenicale ma giornaliero, considerato l’impegno nel sociale con le iniziative per Associazione Un cuore un Mondo Onlus – Opa e il Calendario in favore della Fondazione Ant Onlus per malati oncologici ed un settore giovanile che coinvolge circa 200 ragazzi del territorio senza che le famiglie debbano sostenere nessuno sforzo economico. Adesso si annuncia una nuova avventura. Una nuova sfida per il calcio cittadino: quello della collaborazione con Nca e l’idea di un percorso condiviso e duraturo tra la dirigenza del cantiere e la stessa società e Carrarese Calcio 1908.

La sponsorizzazione dovrebbe concretizzarsi già prima della fine dell’anno. Nca non entrerà nella compagine societaria- che al momento rimane immutata – ma diventerà sponsor della società e della squadra.

Per conoscere tutti i dettagli bisognerà attendere solo qualche giorno: a breve verrà convocata una conferenza stampa per

fare il punto della situazione alla luce della nuova partnership con il gruppo Nca.

E proprio in quell’occasione si sveleranno anche particolari, e cifre relative alla sponsorizzazione della Carrarese calcio firmata da Nca di Giovanni Costantino.

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Posted in Maglie Calcio Poco Prezzo | Tagged , | Leave a comment

CALCIO/ MAZZEO-GOL E LA PUTEOLANA 1909 BATTE IL QUARTOGRAD

MONTE DI PROCIDA – Dopo aver battuto il San Giuseppe, bloccato a domicilio il Procida la Puteolana si conferma in grande forma e batte anche il Quartograd. A decidere la gara una rete do Marco Mazzeo, che sebbene abbia annunciato il suo addio alla Puteolana in settimana, onora da grande campione la maglia e con una magia regala tre pesantissimi punti alla sua ormai ex squadra.

LA GARA – Una partita intensa ma non spettacolare quella giocata al Vezzuto Marasco di Monte di Procida, decisa da una magia di un singolo. Prima fasi di gioco dove le difese hanno abbondantemente la meglio sugli attacchi e nessuna squadra si lascia preferire. L’equilibrio si rompe al 36′ quando Marco Mazzeo appostato sul secondo palo raccoglie un pallone lungo fingendo il tiro al volo a disorientando portiere e difesa, insaccando poi dietro alle spalle dell’incolpevole Compagnone. Da qui inizia la gara pefetta dei granata che non concedono nulla agli avversari senza mai disunirsi e non disdegnando qualche sortita offensiva con Mazzeo e La Pietra. La gara dei granata è encomiabile, la pressione degli avversari (+9 in classifica) è forte ma non fa mai sbandare il pacchetto arretrato. I quartesi sono pericolosi solo con un tiro da fuori di Capuano che viene ben respinto da Pietrangeli, che conserva la porta imbattuta per la terza gara consecutiva. La “909” dal canto suo ha buone chance in contropiede. Finisce 1 – 0 per i locali che incamerano tre punti fondamentali per il proseguo del torneo.

MAZZEO – Da segnalare la prova di Marco Mazzeo che nonostante abbia dato l’addio alla società già in settimana ha deciso di onorare la maglie un’ultima volta con una grande prestazione incorniciata dalla rete della vittoria. La società coglie l’occasione per ringraziare Marco per l’impegno profuso in queste settimane e gli augura il meglio calcisticamente ed umanamente.

TABELLINO

Puteolana 1909: Pietrangeli, Scordato, Massa, Coppola, Trincone A (90′ Di Vicino). Esposito, Granata (85′ Trincone), Cangiano, La Pietra (75′ Esposito Ge.), Mazzeo, Nasti (Capuano 60′). Panchina: D’Aniello, Cacciapuoti Cardone. All. Avallone

Quartograd: Compagnone (62′ Gaeta), Spadera (62′ D’Ascia), Fruttaldo, Shassah, Saady, De Vivo, Parisi, Torino (80′ Minauda), Monda, Capuano, Romano (77′ Gonzales). Panchina: Mangiapia, Sorriso e Pisano. All. Iaccarino.

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Posted in Maglie Calcio Poco Prezzo | Tagged , | Leave a comment

Del Piero sull’Italia fuori dal Mondiale: “All’estero mi fanno ancora le condoglianze”

Alessandro Del Piero è stato uno dei giocatori più rappresentativi del calcio italiano, della Juventus e della nazionale. Pinturicchio ha messo insime 91 presenze e 27 reti al suo attivo con la maglia dell’Italia ed è risultato molto utile nella conquista del Mondiale in Germania nel 2006, visto che siglò il gol del definitivo 2-0, in semifinale, proprio contro i padroni di casa. Del Piero ha anche vestito le maglie delle rappresentative under 17-18 e 21.

L’ex capitano e bandiera della Juventus, a margine della presentazione della sua biografia social ‘Detto tra noi’, presso la libreria Rizzoli di Milano, ha parlato della mancata qualificazione dell’Italia al Mondiale del 2018, a distanza di 60 anni dall’ultima volta: “In giro per il mondo mi fanno le condoglianze per l’assenza dell’Italia ai prossimi Mondiali. È un momento difficile per il nostro calcio, c’è l’amaro in bocca e questa estate ce ne renderemo conto perché il Mondiale attrae tutti, anche chi non segue il calcio quotidianamente. Ora abbiamo necessità di fare una riflessione e di muoverci in avanti come in tutte le situazioni critiche. Tante cose non stanno andando per il verso giusto se il risultato finale è stato questo, serve aggiustare molte cose e innovarci. Sarà difficile spiegare ai miei figli che non parteciperemo al Mondiale”.

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Posted in Maglie Calcio Poco Prezzo | Tagged , | Leave a comment

Calcio, Promozione Girone B – Doppio colpo per il Bocale in avvio di mercato

Il mese di dicembre è iniziato da poche ore, e con esso il mercato di riparazione, ed ecco subito il Bocale ADMO a fare la voce grossa: ufficializzato un doppio colpo di grande effetto, due grandi atleti provenienti dall’Eccellenza e reduci da una stagione, quella scorsa, da protagonisti assoluti in Promozione.

Il doppio colpo in questione è stato messo a segno attraverso la società Aurora Reggio, grande rivale biancorossa nel passato campionato, protagonista fino all’ultima giornata del duello con il Soriano per la vittoria del campionato. Tra i principali trascinatori della formazione biancoazzurra proprio i due calciatori appena approdati alla corte di mister Laface: Isidoro Leonardi e Tonino Postorino.

Isidoro Leonardi, portiere classe ’86, è un volto ben conosciuto a Bocale, dove ha già giocato in due diverse circostanze, compreso un campionato di Promozione chiuso con la vittoria dei playoff e alcuni tornei di Eccellenza. Estremo difensore esperto ed affidabile, sicuramente tra i migliori della categoria come già dimostrato lo scorso anno in maglia Aurora.

Tonino Postorino, attaccante classe ’91, è uno di quei talenti in grado di fare la differenza sempre e comunque a prescindere dalla categoria, dalle qualità tecniche sopraffine, dribbling ubriacante e sinistro letale. Trascinatore dell’Aurora nelle ultime stagioni, in particolare lo scorso anno quando arrivò a sfiorare le venti reti in campionato, è spesso inarrestabile per i diretti avversari, costretti a fermarlo con le cattive; dopo numerosi dolori inflitti al Bocale nelle scorse due annate, è arrivato per lui il momento di restituire qualche gioia.

Leonardi e Postorino, arrivati a titolo definitivo, rappresentano i primi due tasselli del Bocale ADMO pronto alla riscossa, oltre che alla rimonta. La società biancorossa rende note al tempo stesso due partenze: Demetrio Libri compie il percorso inverso rispetto ai due nuovi arrivati, accasandosi in prestito all’Aurora; Natale Borghetto, fermo da quest’estate ma di fatto ancora sotto contratto con il Bocale, passa invece a titolo definitivo al San Giorgio. A Libri e Borghetto un sentito ringraziamento per quanto fatto per la causa biancorossa e per l’impegno e la professionalità sempre dimostrati.

A Isidoro Leonardi e Tonino Postorino diamo invece rispettivamente il ‘Bentornato‘ e il ‘Benvenuto‘ al Bocale ADMO!

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Posted in Maglie Calcio Poco Prezzo | Tagged , | Leave a comment