Lazio, goditi il tuo Caicedo: “Noi più forti della Var”

L’ecuadoriano ha segnato la sua prima rete in Serie A (pesantissima) a Marassi. “Contento per la prima rete e per la squadra. La tecnologia non è calcio”. E poi c’è la dedica alla sua Maria…

Che Felipe Caicedo e il gol non siano grandissimi amici si è capito dalla dinamica che ha portato l’ecuadoriano a segnare il suo primo gol in Serie A, con l’attaccante che prima si disinteressa dell’azione pensando erroneamente di essere in fuorigioco e poi insacca raccogliendo la corta respinta di Viviano. Ma la sua è una rete pesantissima e permette alla Lazio di strappare i 3 punti a Marassi e di rilanciarsi nella corsa Champions, considerando che deve anche giocare il recupero con l’Udinese, in programma a fine gennaio (leggi qui la classifica). E se Caicedo ha segnato un gol casuale, questa Lazio non ha nulla di casuale. E nemmeno lui, prima punta potente e completamente diversa da Immobile.
GIOIA — Ne l post partita l’ecuadoriano ha stemperato la gioia tornando a criticare la Var, come già fece con un tweet: “Per me non è calcio. Siamo stati più forti della Var e sono contento per il gol. Avevamo fame di vincere, di tornare la squadra che voleva vincerle tutte. E l’esultanza col cuore? Per la mia famiglia e mia moglie”.
FELIPE — Inzaghi lo ha sempre detto, fin dall’arrivo dell’ex Espanyol in Italia: “Lui e Immobile insieme? Si può fare”. Già, e si è fatto. In Europa League si sono divisi i gol con lo Zulte e a Nizza Felipe ha fatto il fenomeno contro Balotelli. Caicedo, che aveva già fatto impazzire i tifosi laziali grazie alle foto della bella compagna Maria Garcia su Instagram, ora li sta convincendo appieno anche in campo.
Maria Garcia, la moglie di Caicedo Instagram

Maria Garcia, la moglie di Caicedo Instagram

ESPA-NO — Eppure nelle ultime stagioni Caicedo non è mai arrivato in doppia cifra. Con l’Espanyol ne ha segnati 19 in 3 stagioni: 9 nella prima, 8 nella seconda e soltanto due nell’ultima, prima di passare alla Lazio. Di lui ci si ricorda per una super notte al Madrigal (3-0 al Villareal con doppietta). È stato anche una meteora del Manchester City di Hughes, segnando 4 gol nel 2008-09 (con doppietta all’Hull City e qualche altra rete in Coppa Uefa). Soltanto una volta, in tanti anni di carriera, è riuscito a superare le 10 marcature: furono 13 nel 2010-11, quando vestiva la maglia del Levante. Gli stessi di Pablo Daniel Osvaldo che indossava quella dell’Espanyol. Valsero la salvezza e la chiamata della Lokomotiv Mosca.
NEYMAR, GUARDAMI! — Ma in Nazionale è tutta un’altra cosa: nelle qualificazioni al Mondiale di Russia 2018 l’Ecuador non ce l’ha fatta, ma Felipe ha “matato” tutti. È partito con un gol all’Argentina a Buenos Aires (2-0 per l’Ecuador) e ha chiuso a 7 reti. Peggio solo di Cavani (10), esattamente come Messi e Sanchez. Uno in più di Neymar, che andrà in Russia col Brasile, ma nella classifica cannonieri è rimasto dietro a Felipe.
Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.
This entry was posted in Maglie Calcio Poco Prezzo and tagged , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *